Home / Cosa vedere / Salina Camillone: l’ultima salina di Cervia
Salina Camillone: l’ultima salina di Cervia

Indirizzo:

Via Bova, 61 48015 Cervia RA, Italia

Tipologia:

parchi e natura

Apertura:

Durante l'estate (dal 18 giugno al 9 settembre): Tutti i giorni dalle 10:30 fino al tramonto.
In primavera o autunno (dal 17 Marzo - 4 Novembre): Weekend, festivi e prefestivi da 10:00 alle 12:13 / 14:30 fino al tramonto.

Pagamento:

Centro Visite – € 3 | ridotto: € 2
Passeggiata in Salina – € 6,50 | ridotto € 5,50
In Salina in Barca – €12 | ridotto € 9
Salina sotto le stelle – € 12
Tramonto in Salina – € 12 | ridotto € 9
Hanno diritto al prezzo ridotto: i bambini fino a 12 anni e 1m di altezza; over 65; disabili e loro accompagnatore; convenzioni.

Contatti:

Tel: 0544 973040 Email: salinadicervia@atlantide.net

Sito internet:

http://www.atlantide.net/amaparco/centro-visite-salina-cervia/

Facebook:

https://www.facebook.com/salinadicervia.cvs/

Come Arrivare:

Facile da raggiungere in auto e con i mezzi pubblici
In auto: autostrada A14, uscita casello di Cesena, poi prendere S.S. 71 bis direzione Cervia, seguire indicazioni per via Bova per il Centro Visite Saline di Cervia poi a piedi per la salina Camillone.
In treno: stazione FS di Cesena poi bus
In bus: da Cesena FS bus n° 241, fermata "Cervia IPSSAR" poi a piedi fino a Centro Visite Saline di Cervia.

Parcheggio:

Gratuito presso il Centro Visite Salina di Cervia, Via Bova 61.

zoo e acquari attività all’aperto per famiglie per coppie romantici siti storici accessibile

Informazioni utili, storia & curiosità

La salina Camillone, parte integrante del MUSA, il Museo del Sale di Cervia, è l’ultima salina su 144 ad essere rimasta attiva, dopo la trasformazione funzionale del 1959, anno in cui le “salinette” lavorate fino ad allora artigianalmente, vennero accorpate in grandi vasche di evaporazione e raccolta del sale.

Oggi la Salina Camillone può produrre dai 500 ai 2000 quintali di sale a stagione e viene coltivata a scopo dimostrativo ed educativo, con attrezzi di legno e metodi di lavorazione del sale tradizionali (è possibile, infatti, vedere anche le barche di ferro con cui veniva trasportato il sale, le cosiddette “burchielle“), per testimoniare la vita delle saline e il lavoro che veniva fatto dai salinari per raccogliere il sale.

È possibile visitare le saline in diversi momenti della giornata, il centro visite organizza svariate uscite, sia per fare una passeggiata in giornata, a piedi, in barca o in bicicletta. Tra le escursioni più suggestive segnaliamo: Tramonto in Salina e Salina Sotto le Stelle, entrambe vi condurranno attraverso le saline in una barca, per raggiungere le vasche più lontane e se siete fortunati potrete vedere i fenicotteri.

Durante la visita alla salina, i salinari forniscono informazioni anche sul sale di Cervia, un sale “dolce”, detto anche “oro bianco“, per l’assenza di sali amari, che a causa del clima e del metodo di raccolta, non riescono a depositare. Dal 2004, il sale della salina Camillone è Presidio Slow Food.

FOTO