Home / Cosa vedere / Fondazione Cetacea e Ospedale delle Tartarughe Riccione
Fondazione Cetacea e Ospedale delle Tartarughe Riccione

Indirizzo:

Via Torino, 7/A, 47838 Riccione RN

Tipologia:

parchi e natura

Apertura:

Durante i mesi estivi tutti i giorni: 10-12.30, 15-18.30.
Durante le altre stagioni l’ospedale è accessibile solo su prenotazione.

Pagamento:

L'ingresso è ad offerta libera.

Contatti:

Tel: 0541 691557
E-mail:
informazione@fondazionecetacea.org

Sito internet:

http://fondazionecetacea.org/ospedale-tartarughe

Facebook:

https://www.facebook.com/fondazionecetacea/

Come Arrivare:

Facile da raggiungere in auto e con i mezzi pubblici.
In auto: uscita casello Riccione, seguire le indicazioni per il mare, l'Ospedale delle Tartarughe si trova sul lungomare di Riccione in Via Torino, a pochi passi da Riccione Terme.
In treno: stazione FS di Riccione e poi bus.
In bus: da stazione FS di Riccione prendere bus n° 125. Scendere a Fermata "Riccione 3 (terme)".

Parcheggio:

Nei dintorni del centro.

zoo e acquari

Informazioni utili, storia & curiosità

La Fondazione Cetacea di Riccione è una ONLUS che dal 1988 si dedica alla tutela dell’ecosistema marino, e dal 1994 si occupa in prima linea della cura e del recupero delle tartarughe marine. Ha un ruolo vitale nell’informare e diffondere coscienza ambientale per educare tutti nel rispetto del mare.

Si trova a Riccione, a pochi minuti in macchina dal centro città, ed oltre all’ospedale delle tartarughe possiede mostre e percorsi fotografici sulla vita del mare Adriatico e sui suoi abitanti (tartarughe marine, squali, cetacei, ecc); sale conferenze e sale video con diverse aree espositive; laboratori didattici e una biblioteca specializzata.

Il centro è quindi adatto a ospiti di qualsiasi età. Le famiglie potranno intraprendere i laboratori didattici e le attività educative organizzate anche in collaborazione con le scuole. Inoltre, grazie all’aiuto dei volontari si organizzano attività di raccolta fondi e sensibilizzazione, ed è possibile adottare una tartaruga a distanza per sostenere la sua riabilitazione e ritorno in mare.

FOTO


VIDEO